Cerca nel sito

Archivio

19 agosto- Concerto Gaia Trionfera

Venerdì 19 agosto il violino di Gaia Trionfera chiude la rassegna “Note Classiche” nella chiesa di San Francesco

 

 

La rassegna “Note Classiche” chiude venerdì 19 agosto con il concerto della giovanissima violinista gualdese Gaia Trionfera, che si terrà nella chiesa monumentale di San Francesco con inizio alle ore 21.

Appena undicenne, Gaia, che ha iniziato lo studio del violino con il metodo Suzuki all’età di tre anni grazie all’amore per la musica trasmessole dalla mamma Rosabianca Merico, ha già conseguito numerosi premi e riconoscimenti. All’età di sei anni ha partecipato a una masterclass tenuta dalla celebre violinista di origine armena Sonig Tchakerian, che le consigliò di continuare il suo nuovo percorso sotto la guida del maestro Lorenzo Fabiani. In poco tempo si è affermata in importanti concorsi musicali. Gaia ha conseguito il primo premio assoluto al Concorso Nazionale città di Ciampino, che le è valso l’assegnazione dell’ambito riconoscimento “Lorenzo Bernabai” quale miglior violinista, al Concorso Città di Viterbo edizioni 2008, 2010 e 2011, al Concorso Nazionale Premio Crescendo di Firenze edizioni 2010 e 2011, al Concorso Nazionale Città de L’Aquila 2011 dove le è stato assegnato il “Premio Nino Rota” per la miglior esecuzione e interpretazione di un brano scritto nel 1900.

Nel 2009 è entrata a far parte della JuniOrchestra dei Ragazzi della Scuola di Musica di Fiesole, con la quale si è aggiudicata nel 2011 il “Premio Galileo 2000” quale miglior formazione giovanile europea. Si è esibita in formazioni cameristiche in diverse città italiane e da solista presso il Mozarteum di Salisburgo (Austria), il Teatro San Carlo di Modena, la città di Lucca, Morges-Losanna (Svizzera) e nella Sala dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze.

Da febbraio 2010, a seguito di una audizione, è stata invitata dal celebre violinista Pavel Vernikov a frequentare il corso di perfezionamento e preparazione ai concorsi internazionali tenuto dal maestro russo presso la Scuola di Musica di Fiesole.

 

 

Gualdo Tadino, 18 agosto 2011

21/21 agosto- Teatro a Morano

Torna alla ribalta la Compagnia Teatrale Moranese che rappresenterà la nuova commedia teatrale, in due atti, scritta da Ivano Parlanti, dal titolo“Tutti al mare”.

Il sipario si aprirà sabato 20 e domenica 21 agosto 2011, alle ore 21.00, presso la piastra polivalente della frazione  di Morano Osteria.

Lo storico gruppo, che propone le proprie rappresentazioni da oltre venti anni, sarà alle prese con le vicissitudini di una famiglia tradizionale coinvolta/sconvolta sia da problemi di vita quotidiana che da difficoltà esistenziali.

Lo spirito in ogni modo è sempre quello di vivere insieme dei momenti di allegria e di spensieratezza.

Reciteranno e collaboreranno: Ivano Parlanti, Alfiero Sorbelli (regia), Luigina Matteucci, Paolo Mazzoni, Severino Bisciaio (Mimmo), Angelo Parlanti, Rosita Bisciaio, Anna Clelia Casaglia, Maria Teresa Bazzucchi, Gabriella Fumanti, Angela Apostolico, Simona Frillici, Angela Castagnoli,  Samanta Tomassini, Vito Rinaldini.

Ferragosto in piscina

PISCINA GUALDO TADINO – FERRAGOSTO CON ANIMAZIONE, GIOCHI IN ACQUA, LEZIONE DI FITNESS GRATUITA E, A SEGUIRE, COCOMERATA. INTANTO FERVONO I PREPARATIVI PER LA NOTTE BIANCA IN PROGRAMMA SABATO 20 AGOSTO CHE SARA’ INAUGURATA PRESSO LA PISCINA.

GUALDO TADINO – Piscina comunale di Gualdo Tadino in piena attività per tutto il mese di agosto; lunedì 15 in programma un Ferragosto con animazione in piscina: alle ore 16,30, una lezione di fitness gratuita e, a seguire, aperitivo con cocomerata.

Le attività, organizzate dalla società di gestione dell’impianto Azzurra, attiva nel comparto sportivo e natatorio da oltre venti anni e da sempre pronta a rispondere alle esigenze delle famiglie, dei bambini e dei giovani con proposte volte a favorire la pratica dello sport e a sostenere momenti di aggregazione, sono aperte a tutti coloro che entrano presso la piscina e a numero illimitato, fino ad esaurimento posti.

Nell’arco della giornata prevista anche animazione e giochi in acqua. Intanto fervono i preparativi per la notte bianca, in programma sabato 20 agosto, che sarà inaugurata presso la stessa piscina comunale gualdese.

Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare direttamente la struttura allo 075 9142552.

21 agosto- Via Crucisa San Facondino-Serrasanta

Torna la Via crucis più lunga d’Europa

 

Domenica 21 agosto, alle ore 7,00, dalla chiesa di San Facondino – nell’immediata periferia settentrionale di Gualdo Tadino – avrà inizio la quarta edizione della Via Crucis in onore di san Facondino, vescovo dell’antica diocesi di Tadinum e terzo patrono della città. Una Via crucis che ripercorre l’itinerario tradizionale che il vescovo-eremita compiva ogni notte, dalla valle fino alla sommità dell’Appennino, secondo quanto narrato dal Lectionarium Sancti Facundini, opera due-trecentesca che narra la vita e le opere del santo tadinate. Il percorso, che parte dal sagrato dell’antica pieve – appena restaurata dai danni del sisma del 1997 e, soprattutto, 1998 – sale da quota 479 m s.l.m. fino all’eremo del Serrasanta, a 1348 m s.l.m., con un dislivello di 869 metri in poco più di 4,5 km, circostanza che ne fa la Via crucis più lunga d’Europa ed una delle più lunghe ed elevate a livello mondiale. Le quattordici stazioni della Via crucis, collocate a dimora nel 2006, sono individuate ciascuna da un’edicola in legno, con iscrizioni in ottone, protette da filo spinato per impedire che le mucche al pascolo le abbattano, lungo un percorso noto come “via dei santi”, utilizzato durante tutta l’epoca medievale da asceti ed eremiti, che si recavano in cima al Serrasanta a pregare: fra questi, si ricordano san Marzio, san Maio, san Francesco d’Assisi e san Romualdo.

Il corteo, partito alle 7,00, salirà con passo regolare ed adatto a tutti, sostando in meditazione ad ogni edicola, fino alla vetta del Serrasanta, con arrivo previsto attorno alle 11,30, mentre, lungo il percorso, con la collaborazione della Protezione civile di Gualdo Tadino, saranno offerti ai partecipanti acqua e rifornimenti. Al termine della Via crucis, sarà celebrata la santa messa all’interno della cappella dell’eremo del Serrasanta. Seguirà un momento conviviale. E’ questo l’evento che dà inizio ai festeggiamenti per San Facondino, che proseguiranno, fra il 24 e il 28 agosto, presso la chiesa a lui intitolata. Da rimarcare, la solenne fiaccolata notturna con cui, in corteo, la salma di San Facondino, trasferita ormai da due anni presso la chiesa di San Giuseppe Artigiano per l’inagibilità della chiesa, sarà solennemente trasportata fino alla sua sede naturale, venerdì 26, alle ore 21; domenica 28, invece, alle ore 11,15, ricordiamo il solenne pontificale con cui il vescovo diocesano mons. Domenico Sorrentino celebrerà la festa del Santo tadinate.

5-28 agosto- Mostra Remo Giombini

Inaugurato l'Eden privato di Remo Giombini. In mostra alla Torre Civica dal 5 al 28 agosto.

Grande successo di pubblico per l'inaugurazione dello "Eden privato" di Remo Giombini, in mostra presso la Torre Civica, Piazza Soprammuro, fino al 28 agosto. "L'iniziativa è stata curata dal Polo Museale con il Patrocinio del Comune di Gualdo Tadino" spiega il Direttore del Polo Catia Monacelli, "ed ha visto la partecipazione di numerosi esperti e curiosi che hanno trovato nell'arte di Giombini una piacevole sorpresa: talento e abilità espressi in una fotografia piena di colore e suggestione. Giombini espone dai primi anni novanta e ha partecipato a prestigiose rassegne d’arte contemporanea sia in Italia che all’estero distinguendosi in particolare alla Site-Gallery di Los Angeles nel 1997, alla Many H. Gallery di Tel Aviv nel 1998 e alla Biennale d’Arte di Venezia nel 2001, ed è quindi un grande piacere ospitare il suo giardino segreto". Ha espresso grande soddisfazione anche il Sindaco della città, Roberto Morroni, che ha sottolineato "l'importanza delle mostre organizzate durante l'estate attraverso il circuito muselae per conoscere meglio e dare visibilità ad artisti di Gualdo Tadino che espongono in tutt'Italia". Tra le altre autorità, sentito l'intervento della Senatrice Sandra Monacelli che ha lodato le opere per la loro capacità di emozionare, e l'artista per la semplicità del suo definirsi un "artigiano dell'arte".

Un’esposizione che lascia spazio alla suggestione della fotografia di cui il gualdese Remo Giombini è maestro sottile e poliedrico sin dagli inizi, nei primi anni ottanta, quando inizia la sua ricerca sul colore e sulla composizione “La foto è per me un’articolata forma artistica- sostiene l’artista- una costruzione elaborata a priori, che si basa sull’artificio creativo e sull’impianto compositivo che è l’elemento cardine delle mie realizzazioni”. Le immagini realizzate in questo modo hanno innanzitutto un forte impatto cromatico essendo frutto di una sottile ricerca nell’accostamento di colori mai affiancati né sovrapposti, ma che si completano l’uno nell’altro in un susseguirsi inaspettato di sfumature e gradazioni che trascinano in un mondo pittorico irreale, il giardino privato dell’artista appunto, dove troviamo le nature morte e le immagini dei fiori sospesi nell’infinito che rimandano ad atmosfere irreali, poetiche e sognanti.

La mostra rimarrà aperta presso la Torre Civica fino al 28 agosto nei seguenti orari: 10.30 - 13.00 e 15.30 - 19.00. Per informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa allo 075-9142445 o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..